COLAZIONE E MERENDA, DOLCI

Chiffon cake al melograno con camy cream

chiffon cake con camy cream

La mia birthday cake di quest’anno: chiffon cake al melograno – piccolina nella versione con dosi per stampo da 18 cm – decorata con camy cream.

Perché ho scelto come base una chiffon cake (o fluffosa come sono abituata a chiamarla io)? Perché è soffice e si scioglie in bocca quando la mangiate.
Perché è alta (quindi basta farne una e non c’è bisogno di fare 2 torte sovrapposte per avere una layer cake).
Perché è leggera, poco grassa, senza burro e quindi si sposa bene con una farcitura “importante”.
Io la considero un’ottima alternativa al classico pan di Spagna o alla sponge cake.

La camy cream invece l’ho scelta perché è velocissima da fare anche all’ultimo minuto e ha una consistenza perfetta per tenere a lungo il decoro senza smontarsi. E’ una crema molto versatile che con soli 3 ingredienti (panna, mascarpone e latte condensato) vi risolverà molti problemi di decorazione.
chifon cake al melograno
Ingredienti
(per uno stampo da 18 cm)

180 g di farina 00
4 uova
100 g di zucchero
80 g di olio di semi
1 bustina di lievito (16g)
125 ml di spremuta di melagrana

(per la camy cream)
250 g di mascarpone
120 ml di panna
120 g di latte condensato

Procedimento:

Separate i tuorli dagli albumi e montate a neve ferma questi ultimi.
In una ciotola capiente versate la farina, lo zucchero e il lievito setacciato.
Fate un buco in mezzo e versate i tuorli, l’olio e la spremuta di melagrana.
Mescolate bene fino a ottenere un composto senza grumi poi incorporate delicatamente gli albumi con movimenti lenti dal basso verso l’alto per non smontarli.
Versate il tutto nello stampo da chiffon cake senza imburrarlo né infarinarlo e cuocete in forno già caldo a 160 per 50 minuti circa.
E’ importante fare la prova stecchino prima di sfornare.
Fate raffreddare la vostra chiffon cake capovolta, poi toglietela delicatamente dallo stampo.
Se necessario tagliate la cupoletta in modo da avere una base piatta.

Per preparare la camy cream il segreto è uno solo: tutti gli ingredienti devono essere freddi di frigo.
Amalgamate il mascarpone con il latte condensato.
A parte, montate la panna (non troppo, basta che sia semi montata).
Incorporate delicatamente la panna al composto di mascarpone, poi versate tutto in un sac-a-poche.
Io vi consiglio di rimettere la crema in frigo per 10 minuti (già nel sac-a-poche) prima di usarla per decorare.

Tagliate a metà la torta e decorate con la camy cream il disco inferiore.
Sovrapponete il disco superiore e ripetete la decorazione.
decorazione chiffon cake
Scuserete le foto non belle e male illuminate, ma le ho fatte al volo mentre preparavo la torta, senza un set, senza una bella giornata di sole fuori dalla finestra. Però spero che rendano l’idea.

Ho aromatizzato la mia torta con la spremuta di melagrana di Natura Buona che ho ricevuto in omaggio al Social brunch di Sonia Peronaci. Se non la conoscete vi consiglio di provarla: ha un sapore asprigno (sembra proprio di bere vera melagrana, è incredibile!) che non rende troppo dolce la torta e dà all’impasto un bel colore ambrato che sta benissimo col bianco della crema. In alternativa va benissimo analoga quantità di succo di frutta o spremuta o estratto a vostro gusto.

Chiffon cake farcita

Truchetto per averla perfetta quando dovete servirla: cuocete la chiffon cake la sera prima e fatela raffreddare tutta la notte. Il mattino dopo sarà perfetta per il taglio senza rompersi.
La crema meglio prepararla il giorno del servizio. La mettete nel sac-a-poche e la lasciate in frigo fino al momento di decorare.
Anche dopo averla decorata, se non la servite subito, conservatela in frigo.