Senza categoria

Schiacciata all’uva

schiacciata all'uva

schiacciata all'uvaIn abbinamento a La vigna di Angelica non si poteva che fare un dolce a base di uva.

La schiacciata all'uva

 Claudia, la blogger de La pagnotta innamorata che questo mese ha collaborato con me alle Letture golose, ha scelto di realizzare la schiacciata all'uva, un dolce della tradizione contadina toscana, che viene realizzato proprio nel periodo della vendemmia. Uno dei tanti dolci "poveri" che un tempo impreziosivano e davano un sapore di festa agli eventi più importanti della vita dei campi come appunto la vendemmia, la mietitura, la macellazione del maiale ecc... Io ammetto che non conoscevo la schiacciata all'uva. Nella mia tradizione famigliare non c'è un dolce legato alla vendemmia: in campagna da mio nonno si festeggiava di più la raccolta delle nocciole. Invece nella famiglia di mio marito, che ha origini venete, ci sono i sugoli all'uva fragola, una specie di budino di uva addensato con farina e zucchero. Anch'esso un dolce povero, sincero e gustoso per celebrare i frutti di tanti mesi di lavoro tra i filari. Magari l'anno prossimo vi proporrò la ricetta. Ma ora vediamo come Claudia ha preparato la sua schiacciata all'uva, seguendo la ricetta di Paolo Gori della Trattoria da Burde a Firenze.

Schiacciata all'uva
 
Author:
Ingredienti
  • 4 grappoli di uva fragola
  • 250 g farina 0
  • 5 g lievito di birra
  • 5 g sale
  • 50 g zucchero + 6 cucchiai di zucchero
  • 25 g olio extravergine di oliva
  • rosmarino secco tritato
  • 115 g acqua
Preparazione
  1. Ponete la farina a fontana su un piano da lavoro.
  2. Ponete al centro il lievito di birra sciolto in poca acqua tiepida, il sale, lo zucchero, l'olio extravergine di oliva e il rosmarino.
  3. Lavorate versando poco alla volta circa 115 g di acqua.
  4. Con l'impasto ottenuto formare una palla, mettetela in una ciotola, copritela con la pellicola e lasciatela lievitare fino al raddoppio.
  5. Una volta lievitata, dividetela a metà e stendetene una parte col mattarello.
  6. Coprite il fondo di una teglia, che avrete preventivamente spennellato di olio, con metà pasta e spennellatela di olio, cospargete con metà dei chicchi d'uva e con 5 cucchiai di zucchero semolato e irrorate con altro olio.
  7. Coprite il tutto con la pasta rimasta, avendo cura di far aderire bene i bordi.
  8. Spennellate ancora con l'olio, distribuite sopra la schiacciata i restanti chicchi d'uva e spolverizzate con un cucchiaio di zucchero.
  9. Coprite con pellicola alimentare e lasciar lievitare fino al raddoppio.
  10. Cuocere in forno statico preriscaldato a 200°C per circa 50 minuti (o comunque fino a quando la schiacciata non sarà ben cotta e colorita).
  11. Durante la cottura, di tanto in tanto, spennellare la superficie con il liquido che si forma ai bordi della teglia.

E così questo mese io e Claudia abbiamo incrociato i nostri forni con ricette a base di uva: io ho realizzato le tartellette salate con uva arrostita proposte dallo staff di Recake, di cui lei fa parte, e lei ha realizzato la schiacciata per me. Abbiamo il salato e il dolce, chi vuole favorire?
schiacciata all'uvaschiacciata all'uva