Senza categoria

Piccoli limoni gialli – Kajsa Ingemarsson

piccoli limoni gialli

piccoli limoni gialli
Piccoli limoni gialli è un romanzo che si inserisce perfettamente nel filone “giovane fanciulla di belle speranze perde in un colpo solo lavoro e fidanzato, ma trova nella cucina la sua rinascita”. Una trama per certi versi simile a quella de “Il ristorante dell’amore ritrovato” di cui vi ho parlato qualche mese fa.
La storia si ambienta in Svezia, tra Stoccolma e un paesino industriale di provincia, ma il paesaggio resta molto sullo sfondo.
Agnes fa il maître in un rinomato ristorante francese della capitale, ma perde il lavoro per aver rotto una preziosa bottiglia dopo un tentativo di molestia da parte del titolare del locale. Rientrata a casa, ancora incredula e sconvolta per l’accaduto, riceve la telefonata del fidanzato, chitarrista rock, che con poche, confuse parole la liquida facendo intendere di essersi invaghito di una corista maggiorata.
Il vuoto si apre sotto ai piedi di Agnes che si ritrova sola e disoccupata, con la sola compagnia di un’amica con problemi di alcol che non riesce ad ammettere, un nuovo vicino timido e bruttino, e due genitori alla vigilia del prepensionamento forzato che cercano di sostenerla a suon di telefonate e dolcetti al cocco.
L’occasione di ripartire si presenta quando un vecchio amico le confida che sta per aprire un ristorante di cucina mediterranea e le chiede di lavorare per lui.
piccoli limoni gialli
Agnes si butta a capofitto nell’avventura del “Piccoli limoni gialli”, aiuterà a scegliere l’arredamento e i nomi dei piatti, servirà ai tavoli e si occuperà dei vini. Quando poi si viene a sapere che una famosa critica gastronomica di nome Lola ha intenzione di recensire il locale, Agnes e il resto dello staff faranno l’impossibile per accattivarsene le simpatie perché una buona recensione è fondamentale per un ristorante appena aperto. Ma chi è veramente questa Lola?Il libro è molto leggero e scorrevole. Certamente non brilla per originalità della trama né per l’approfondimento psicologico dei personaggi però regala qualche ora di piacevole svago, alcuni colpi di scena e un finale non così scontato. Consigliato come lettura easy per le vacanze.
piccoli limoni gialli
Il “Piccoli limoni gialli”, secondo la recensione di Lola, serve dolci buoni, ma molto classici come il tiramisù o la pannacotta ai lamponi.
Io invece sono sicura che il dolcetto che ci ha preparato Caterina di Bonbon Lavande sarà degno dell’eleganza e del buon gusto che caratterizza il suo blog. Con un tocco di originalità e un buon sapore fresco che preannuncia l’estate.
Curiosi? Appuntamento qui sabato mattina!
piccoli limoni gialli