COLAZIONE E MERENDA, DOLCI

Croissant sfogliati

croissant sfogliati di Montersino
Croissant sfogliati di Montersino

Foto e ricetta di La cucina di zia Ale

Perchè dei croissant abbinati al libro Il resto è ossigeno? Perchè Sara, la protagonista, ha un bar sotto casa dove fanno dei piccoli croissant che le piacciono molto. E io la capisco.
A chi non piacciono i croissant? Esiste un modo più godurioso di iniziare la giornata che sedersi al tavolino di un bar e affondare il naso nel profumo burroso di un croissant appena sfornato?
E’ un piacere che io mi concedo di rado perchè al mattino appena sveglia devo subito mangiare qualcosa altrimenti mi sento svenire, quindi finisco sempre per fare colazione a casa e poi se capita un salto al bar coi colleghi non ho più il coraggio di ordinare altre calorie e mi accontento di un orzo macchiato senza zucchero.
La soluzione sarebbe farseli in casa i croissant! O farseli fare da Alessandra, l’autrice di La cucina di zia Ale che ha realizzato per me questi meravigliosi croissant sfogliati seguendo una ricetta del maestro Montersino. Una garanzia assoluta di bontà!!
Guardate che belli.

Croissant sfogliati di Montersino
“Entusiasta della vita, ottimista per natura”: così scrive Alessandra nella sua bio e non poteva trovare parole più azzeccate. Lei c’è sempre, con entusiasmo, allegria, voglia di fare, di condividere e di provarci. Una persona schietta e molto di compagnia.
Una persona con cui farei volentieri una colazione in riva al mare, mangiando croissant e chiacchierando di mille cose.
Una giornata così comincerebbe decisamente nel modo giusto!

Ingredienti:

Ricetta tratta da Croissant e biscotti di Luca Montersino
(dosi per 15-16 croissant):
PER IL LIEVITINO:
90 grammi di acqua
100 grammi di farina 00
100 grammi di manitoba
25 grammi di lievito di birra fresco
PER L’IMPASTO:
400 grammi di farina 00
120 grammi di zucchero semolato
16 grammi di miele
60 grammi di burro morbido
180 grammi di uova intere
120 ml di latte
12 grammi di sale
PER LE PIEGHE:
300 grammi di burro
PER LO SCIROPPO PER LUCIDARLI:
75 grammi di acqua
100 grammi di glucosio (o golden syrup)
100 grammi di zucchero semolato

Procedimento:

Mettete gli ingredienti del lievitino in planetaria e impastate brevemente.
Formate una palla, quindi mettetela in una ciotola con dell’acqua a temperatura ambiente e lasciate fermentare fin quando la pasta non sale a galla (ci vorranno una decina di minuti).
Quando l’impasto è venuto a galla strizzatelo e mettetelo nella ciotola della planetaria insieme alla farina, lo zucchero, il miele e il latte.
Iniziate a impastare usando la foglia, quindi inserite le uova uno alla volta.
Quando l’impasto inizierà a incordarsi aggiungete anche il sale e il burro morbido a pezzetti.
Continuate a lavorare l’impasto con il gancio per almeno una ventina di minuti, finché non sarà bello liscio e omogeneo.
Mettete l’impasto in una ciotola e fatelo riposare in frigo per 10-12 ore.
Trascorso il tempo di maturazione dell’impasto, riprendetelo e stendetelo su un piano infarinato a uno spessore di circa 2 cm.
Prendete il burro e appiattitelo formando un panetto grande la metà dell’impasto. Posizionatelo quindi al centro dell’impasto e richiudete la pasta sul burro, senza far accavallare i due lembi.
Stendete nuovamente la pasta solo schiacciandola con il matterello, quindi fate il primo giro di pieghe a tre.
Lasciate riposare la pasta in frigo per 30 minuti. Riprendetela e fate un secondo giro di pieghe. Fatela riposare nuovamente, quindi fate un terzo e ultimo giro di pieghe.
A questo punto, fate raffreddare e riposare la pasta in frigo fino al momento dell’utilizzo (almeno un’ora).
Riprendete la pasta e stendetela con il matterello in un rettangolo a uno spessore di 3mm. Usando una rotella tagliapasta ricavate dei triangoli di circa 8 cm di base e 10 di altezza.
Tirate leggermente i triangoli, quindi incidete la base al centro, arrotolate e mettete i croissant su una teglia, leggermente distanziati tra loro.
Fateli lievitare per un paio d’ore, quindi cuoceteli in forno ben caldo a 190 gradi per 15 minuti.
Sfornateli e metteteli a raffreddare su una gratella.
Per preparare lo sciroppo, mettete tutti gli ingredienti in una piccola casseruola e portate a leggera ebollizione. Fate andare fino a che lo zucchero non sarà completamente sciolto. Lucidate i croissant (ancora caldi o freddi) con lo sciroppo tiepido, usando un pennello.
Servite i croissant preferibilmente entro un giorno. Altrimenti, si conservano tranquillamente ben chiusi in un sacchetto. Al momento di consumarli potete ripassarli 20 secondi al microonde o qualche minuto in forno ben caldo.

Croissant sfogliati di Montersino