BISCOTTI, DOLCI

Biscotti al vin brulè

Fare i biscotti mi piace. Per tanti motivi. Innanzitutto perchè sono abbastanza semplici da fare, poi perchè adoro impastare con le mani. E poi anche perchè rispetto ad altri dolci si conservano più a lungo quindi li faccio tranquilla senza l’ansia che vadano a male se non vengono mangiati entro due giorni. E mi piacciono anche perchè posso coinvolgere il mio bimbo grande nell’impasto, nella scelta delle formine, nel tirare la pasta con il mattarello… e lui si diverte, e impara. Poi non sempre li mangia, soprattutto se non c’è cioccolato, ma questa è un’altra storia…
Anche il vin brulè, come molti ingredienti dei miei dolcetti, è legato a un ricordo d’infanzia.
La domenica mio papà mi portava allo stadio a vedere la partita di calcio: andavamo a piedi perchè abitavamo abbastanza vicino al campo sportivo e d’inverno, una volta tornati a casa, la mamma ci preparava una bella merenda calda.
Cioccolata per me e vin brulè per papà.
A me il vin brulè non è mai piaciuto, neanche da adulta, però ha il profumo della nostalgia di quelle domeniche di tanti anni fa e allora… quando mi hanno regalato un sacchetto di spezie apposta per questa bevanda ho pensato e ripensato finchè non mi è venuta l’idea di fare dei biscotti.
Perchè no?
Se faccio una frolla con l’olio devo aggiungere una percentuale d’acqua, giusto?
Ma se io al posto dell’acqua ci metto il vin brulè, che succede?
Succede che vengono fuori questi profumati biscottini invernali…

Occorrente:

310 gr di farina buratto
25 gr zucchero di canna
2 gr di lievito in polvere (una punta di cucchiaino)
100 gr miele di acacia
200 ml di vin brulè (250 ml di vino rosso non frizzante e 2 cucchiaini di misto spezie per vin brulè)
80 gr olio di semi

Procedimento:

Preparate innanzitutto il vin brulè portando a bollore il vino rosso. Quando inizia a bollire abbassare la fiamma e versare il misto spezie. Lasciare ridurre 7-10 minuti poi togliere dal fuoco e lasciar intiepidire.
Amalgamare in una ciotola gli ingredienti secchi (farina, zucchero, lievito), poi aggiungere nell’ordine l’olio, il miele e il vin brulè (tenendone da parte una piccola quantità). Deve venire un impasto simile a quello delle tagliatelle, compatto ma elastico.
Lasciar riposare almeno 2 ore in frigorifero.
Stendere l’impasto con il mattarello e coppare i biscotti mettendoli su una placca foderata di carta da forno. Prima di infornare spennellare la superficie con il restante vin brulè.
Infornare a 180° in forno ventilato per una decina di minuti: i biscotti devono dorarsi ma restano morbidi, non aspettate che si induriscano per toglierli dal forno.

Con questa ricetta vado a festeggiare il secondo compleanno di Ajò a Pappai 

Con tantissimi auguri di #solocosebelle!!